Murature a vista:
Leggendo il libro "L'architettura del mattone faccia vista " di Alfonso Acocella,ho trovato molto interessanti le seguenti righe e cito testualmente"ho tratto la convinzione che progettare con il mattone fosse una cosa molto seria,vuoi perchè posare un mattone è come recitare in diretta gli errori non si possono mascherare dopo,vuoi perchè la scelta ed il risultato che ne consegue non sono legati all'effimero,come potrebbe avvenire per altre tecnologie,e,ancora perchè la materia è talmente pregna di potenzialità espressive che sarebbe sciocco non fare emergere.Viceversa,
guardandosi intorno,si ha la sensazione che,salvo eccezioni tanto più lodevoli quanto minoritarie,i progettisti si limitino alla prescrizione del materiale,lasciandone la tessitura e la soluzione dei particolari all'abilità e diligenza dell'esecutore.Ciò,che potrebbe essere un riconoscimento doverosoalle capacità e all'inventiva di certe maestranze doc,rischia,in assenza di queste e quindi, nella maggioranza dei casi,di essere causa di monotonia,di insipienza,di appiatimento,
e
di banalizzazione."
Da parte mia, non posso che essere d'accordo con
l'architetto.




Murature per passione...


Per riprendere lo slogan del sito,penso di essere particolarmente fortunato.Ho il privilegio di fare ciò che ho sempre sognato fin da piccolo,riuscire a creare con dei mattoni delle opere architettoniche destinate a rimanere in evidenza nel tempo.Ho cominciato a posare i primi mattoni già nel 1986 in Svizzera dove, (dopo aver frequentato le scuole professionali) riuscii a lavorare con posatori che vantavano una trentennale esperienza nella posa del mattone faccia a vista.Il mattone ti insegna che una volta stabilito il progetto devi lavorare con metodo, e soprattutto organizzazione.Dal momento che cominci l'opera devi sapere esattamente dove sarà la fine; per non compromettere l'intera opera non ti puoi permettere il minimo errore.E' solo dopo un lungo periodo di praticantato cominci a posare il mattone in modo istintivo secondo gesti ripetitivi che scaturiscono da una grande pratica ed una esperienza esecutiva.La tua mano e l'occhio sono sufficienti a valutare se l'impasto è adatto, se il mattone è nella giusta posizione,se i giunti sono allineati verticalmente,se l'orizzontalità dei corsi è rispettata.A prima vista la costruzione di un muro in mattoni faccia a vista può sembrare un'operazione semplice,vi posso assicurare che è necessario invece aver acquisito negli anni una "passione del murare"per disporre senza ondeggiamenti i corsi di mattoni, specialmente dopo ore di lavoro,senza far insorgere differenze dovute a distrazione o stanchezza.Dopo il mio rientro in Italia nel 1995 opero esclusivamente in Friuli (regione in cui risiedo).Nel corso di questi anni oltre alla posa del mattone a vista (che rimane per me il materiale principe),e grazie al mio impegno e alla mia costante ricerca di tecniche di posa, unita a qualche corso di aggiornamento ho avuto l'opportunità di specializzarmi con altri materiali tra cui il blocco in calcestruzzo,il vetrocemento e la pietra ricostruita.

News Dicembre 2011 aggiornata la pagina pietra ricostruita vai alla pagina

News Dicembre 2008 aggiunto un nuovo tutorial blocco vai alla pagina

News Novembre 2007 aggiunto un nuovo tutorial vetro vai alla pagina

News Ottobre 2006 aggiunto tutorial pietraricostruita vai alla pagina

 
Un particolare ringraziamento va a Gustavo per le foto, per i testi,per la relizzazione,e la pubblicazione di questo sito,(senza di lui non avrei mai potuto realizzare tutto questo,anche se adesso non ci sei più ti ricorderò sempre.Mandi Vecjo.
il blocco leca replace with your keywords fai da te.. tutorial il mattone a vista la pietra ricostruita la posa del vetrocemento replace with your keywords replace with your keywords